Il Facciatone del Duomo di Siena

Un panorama da mozzare il fiato, un viaggio nella storia dell’arte e della città.

E’ questo il facciatone del Duomo di Siena, quella che doveva essere la facciata del Duomo Nuovo che la Peste Nera ha reso un magnifico “non finito” dove i turisti di tutto il mondo possono ammirare la città nel suo estendersi per campagne e colline.

Dovete sapere infatti che nel 1339, il Consiglio Generale della Campana, con 212 voti a favore e 132 contro, deliberò l’ampliamento del Duomo di Siena con la chiesa esistente che sarebbe divenuta il transetto di quella che doveva divenire una Cattedrale immensa.

I lavori di ampliamento della Chiesa furono affidati nel 1339 a Lando di Pietro, un orafo dalle raffinate doti ingegneristiche che si trovava al servizio del Re Roberto D’Angiò a Napoli.

Purtroppo l’anno successivo Lando di Pietro morì e così fu preso il suo posto dallo sculture di Siena Giovanni d’Agostino che portò avanti l’opera negli anni fino al 1348 in cui la Peste Nera colpì molto probabilmente anche lui.

La Peste non solo rallentò i lavori ma decimando la popolazione provocò una vera e propria recessione economica che si aggiunse a varie problematiche di ordine strutturale che imposero prima la demolizione di alcune parti nel 1357 su ordine dei Dodici Governatori della Repubblica e poi lo stop definitivo.

Il Facciatone del Duomo Nuovo come naturalmente il Duomo stesso è in pieno centro a Siena a pochi minuti da Piazza del Campo.

Se vuoi vederlo con calma e la massima comodità ti conviene prenotare un hotel in centro a Siena.

L’Hotel Minerva è un albergo tre stelle in centro a Siena con parcheggio coperto a pagamento da venti posti.

Scorri il sito e scopri tutti i vantaggi di soggiornare nel nostro hotel con molte camere panoramiche sul Centro Storico Senese.

Prenota direttamente dal nostro sito e ti assicureremo sempre il prezzo più basso in assoluto.

Le CAMERE

Una vista unica sul Centro Storico di Siena